Ci dispiace ma abbiamo disabilitato il tasto destro del mouse.
logo

Novità legislative Febbraio 2019

Un aggiornamento sintetico delle novità normative più significative dei primi due mesi del 2019 in ambito di sicurezza e ambiente.

 

SICUREZZA

D.Lgs. 81/2008
link al decreto
-Articolo 99: Aggiunta al articolo 99 la modifica introdotta dalla Legge 1 dicembre 2018, apportando disposizioni in maniera di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica, misure per la funzionalità del Ministero dell’interno.
-Due nuovi interpelli:
interpello n.6 del 18/07/2018, riguardante la sicurezza nel ambito del trasporto ferroviario.
interpello n.7 del 21/09/2018, riguardante la formazione alla sicurezza nei luoghi di lavoro.
-Decreto direttoriale n.51 del 22 Maggio 2018 è stato sostituito col Decreto Direttoriale n. 89 del 23 novembre 2018.
-Come indicato dalla Legge di bilancio 2019, vengono aumentate le sanzioni riguardanti violazioni relative alle disposizioni del decreto 81/08.

Decreto direttoriale n.8 del 2019
link al decreto
Aggiornato l’elenco dei soggetti abilitati ad effettuare le verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, riepilogo degli adempimenti.

D.M. 16 maggio 1987 n.246
Apportate attraverso il D.M. 25 gennaio 2019 modifiche ed integrazioni al D.M. 246/87 riguardanti norme di sicurezza antincendi per abitazioni civili. La norma individua 4 livelli di prestazione antincendio in base all’altezza antincendi dell’edificio, cioè l’altezza massima misurata dal livello inferiore dell’apertura più alta dell’ultimo piano abitabile e/o agibile, escluse quelle dei vani tecnici, al livello del piano esterno più basso.

Decreto Ministero dell’Interno 10 maggio 2018
link al decreto
Disposizioni transitorie in materia di prevenzione incendi per l’installazione e l’esercizio di contenitori-distributori, ad uso privato, per l’erogazione di carburante liquido di categoria C.
GU Serie generale n. 113 del 17.05.2018 – Entrata in vigore: 18 Maggio 2018
La commercializzazione e l’installazione dei contenitori-distributori di tipo approvato conformi alle specifiche tecniche contenute nel DM del 19 marzo 1990 e DM 12 settembre 2003 è consentita fino al 18 Febbraio 2019.

Decreto MLPS 22 gennaio 2019: “Decreto segnaletica stradale”
link al decreto
– Procedure di apposizione della segnaletica stradale
– Informazione e formazione
– Dispositivi di protezione individuale
Allegato I
criteri minimi per la posa, il mantenimento e la rimozione della segnaletica di delimitazione e di segnalazione delle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare
Allegato II
schema di corsi di formazione per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgano in presenza di traffico veicolare.

Circolare 21 gennaio 2019 n. 7 C.S.LL.PP.- Circ. NTC 2018
link alla circolare
Istruzioni per l’applicazione dell’«Aggiornamento delle “Norme tecniche per le costruzioni”» di cui al decreto ministeriale 17 gennaio 2018.
GU Serie Generale n.35 del 11-02-2019 – Suppl. Ordinario n. 5
Con decreto ministeriale 17 gennaio 2018, pubblicato nel supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 2018, n. 42 è stato approvato l’aggiornamento delle «Norme tecniche per le costruzioni», testo normativo che raccoglie  tutte le norme che disciplinano la progettazione, l’esecuzione ed il collaudo delle costruzioni al fine di stabilire e garantire livelli di sicurezza per la pubblica incolumità.

UNI EN ISO 16090-1:2019 | Requisiti sicurezza macchine utensili
Sicurezza delle macchine utensili – Centri di lavoro, fresatrici, macchine transfer
La norma per i requisiti generali di sicurezza delle macchine utensili è armonizzata dal CEN (EN).


NUOVO D.M. 10 marzo 1998
link alla bozza
Vi segnaliamo infine la bozza del nuovo DM 10 marzo 1998 riguardante i criteri per la valutazione dei rischi di incendio nei luoghi di lavoro.
In questa bozza sono state accettate le seguenti richieste di modifica al decreto:
– nel decreto non si cita esplicitamente il Codice di prevenzione incendi (DM 03/08/2015) ma, come richiesto dal CNI , si riporta che “il rispetto di una norma o di una regola tecnica di prevenzione incendi garantisce il raggiungimento degli obiettivi di sicurezza antincendio e la realizzazione di un adeguato livello di sicurezza nei confronti del rischio incendio”;
– inserimento dei principi di valutazione del rischio incendio: “le misure antincendio sono finalizzate a ridurre il rischio di incendio, in termini di probabilità e di conseguenze, entro limiti considerati accettabili;
– la lunghezza massima dei percorsi di esodo in un’unica direzione (corridoio cieco) viene incrementata da 20 m a 30 m, in linea con il profilo di rischio A 1 del Codice;
– sarà possibile adottare misure di sicurezza alternative per l’esodo, con ricorso a metodologie prestazionali o misure di sicurezza equivalente;
– per i docenti professionisti antincendio: riduzione da 60 ore a 12 ore della durata del corso di formazione per i docenti dei corsi per addetti al servizio antincendio (sia corsi di formazione che di aggiornamento, per parte teorica e pratica).


AMBIENTE

TUA Testo Unico Ambiente Gennaio 2019
link al decreto
Il Testo del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale” tiene conto delle seguenti modifiche ed integrazioni:
 Legge 30 dicembre 2018 n. 145 
Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021.
(GU n.302 del 31.12.2018 – SO n. 62)
– Decreto – Legge 14 dicembre 2018 n. 135 
Disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione.
(G.U. n.290  del 14.12.2018)
– Correzione art. 237 ter comma 1 lettera s)
– Correzioni Allegato III alla Parte V (come da Decreto 23 marzo 2011 in GU n.71 del 28-3-2011 ) ed Allegato II alla Parte V
– Correzioni grafiche varie
– Decreto Legislativo 1° marzo 2018, n. 21
Disposizioni di attuazione del principio di delega della riserva di codice nella materia penale a norma dell’articolo 1, comma 85, lettera q), della legge 23 giugno 2017, n. 103.
(G.U. 22/03/2018, n.68)
– Decreto Legislativo 2 gennaio 2018, n. 1
Codice della protezione civile.
(GU n.17 del 22-1-2018)
 Decreto 27 dicembre 2017
Requisiti dei distributori degli impianti di benzina, attrezzati con sistemi di recupero vapori.
(GU Serie Generale n.4 del 05-01-2018)
– Correzioni grafiche varie
– Aggiustamenti di consultazione
– Correzioni Allegato 1 alla Parte Terza, Allegato E alla parte Quarta.
– Correzione Allegato X alla Parte V Sezione 4 paragrafo 2.2
– Correzioni grafiche varie
– Correzione stile indice
– Legge 27 dicembre 2017 n. 205
Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020.
(GU n.302 del 29-12-2017 – SO n. 62)
– Aggiustamenti di consultazione: indice ipertestuale

Modello MUD 2019
Introdotto nel Decreto dei ministri del 24 dicembre 2018 Il modello unico di dichiarazione ambientale per l’anno 2019

DL 14 dicembre 2018
link al decreto
Soppressione del sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti (SISTRI)

Decreto F-GAS 2019
D.P.R. 16 novembre 2018 n. 146
Tra le novità introdotte dal decreto, che abroga il precedente DPR 43/2012, c’è l’istituzione di una Banca Dati (Art. 14 e 16), gestita dalle Camere di Commercio, che raccoglie e traccia i dati relativi alle quantità di F- gas vendute ed utilizzate dagli operatori.
Le Persone fisiche e le Imprese che svolgono attività che prevedono l’utilizzo di apparecchi che utilizzano F-GAS devono essere Certificate/Attestate
Imprese e persone certificate dovranno accedere alla Banca Dati per comunicare informazioni sulle installazioni, manutenzioni e smantellamento degli impianti contenenti F-gas.

Legge 11 febbraio 2019 n. 12  Conversione DL Semplificazioni
link al decreto
Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 14 dicembre 2018, n. 135, recante disposizioni urgenti in materia di sostegno e semplificazione per le imprese e per la pubblica amministrazione
GU serie generale n. 36 del 12 febbraio 2019 – Entrata in vigore: 13 febbraio 2019
– tracciabilità dei dati ambientali inerenti rifiuti (soppressione SISTRI e istituzione registro elettronico nazionale per la tracciabilità dei rifiuti);
– procedure negli appalti pubblici sotto soglia comunitaria.

 

  • Share

lascia un tuo commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.